Prediabete: cos’è e come si manifesta

Si parla di prediabete quando i livelli di zucchero nel sangue sono più alti del normale. È una condizione molto comune che può aumentare il rischio di sviluppo il diabete vero e proprio, in particolare il diabete di tipo 2, altrimenti noto come diabete non insulino-dipendente o dell’adulto. Il diabete di tipo 1 è invece quello tipico dell’infanzia o dell’adolescenza e che per tale motivo viene chiamato giovanile.

Secondo i dati del Center for Disease Control and Prevention statunitense, un americano su tre si trova in uno stato di prediabete e circa il 90% non ne è consapevole.

Avere il prediabete significa presentare elevati livelli di zuccheri nel sangue, ma non così alti da configurare un diabete conclamato per il quale è necessario un trattamento adeguato con specifici farmaci. Oltre ad aumentare le possibilità di sviluppare il diabete di tipo 2, il prediabete rappresenta anche un fattore di rischio cardiovascolare

La notizia positiva è che si può fare molto sul fronte della prevenzione: cambiamenti dello stile di vita, migliorando innanzitutto l’alimentazione e praticando regolarmente attività fisica, consentono di evitare la transizione verso il diabete di tipo 2 in una percentuale che arriva fino al 70% dei casi. Il prediabete è infatti una condizione reversibile e in molti soggetti è possibile un ritorno dei valori della glicemia nel range di normalità.

Le cause del prediabete

La causa esatta del prediabete è sconosciuta, quello che però è ormai evidente è che le persone con prediabete hanno difficoltà ad elaborare in modo corretto lo zucchero (glucosio). Inoltre, si è visto che la storia familiare e la genetica svolgono un ruolo importante.

La maggior parte del glucosio presente nell’organismo deriva dall’alimentazione. Quando il cibo viene digerito, il glucosio entra nel flusso sanguigno e l’insulina, un ormone prodotto dal pancreas, consente a questo zucchero di entrare nelle cellule, riducendo la quantità di glucosio nel sangue. Quando il livello di zucchero nel sangue, ovvero la glicemia, inizia a scendere, il pancreas rallenta la secrezione di insulina nel sangue.

Nei soggetti con prediabete questo processo non funziona in modo corretto, per cui il glucosio, anziché entrare nelle cellule, si accumula nel flusso sanguigno. Questo può accadere perché il pancreas potrebbe non produrre abbastanza insulina oppure perché le cellule diventano resistenti all’insulina e non lasciano entrare quantità adeguate di zucchero. 

La definizione di prediabete

Sono definiti prediabetici gli individui che rispondono ad alcuni criteri diagnostici. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) il termine prediabete va riservato a due possibili condizioni di iniziale alterazione del metabolismo degli zuccheri, in particolare del glucosio, quali:

  • alterata glicemia a digiuno definita per valori di glicemia tra 100-125 mg/dl, che può essere misurata attraverso un semplice esame del sangue a digiuno
  • ridotta tolleranza al glucosio che si valuta tramite la curva da carico di glucosio che misura, con un esame del sangue, i valori della glicemia a digiuno e due ore dopo l’assunzione di una soluzione contenente 75 grammi di glucosio, per via orale. Valori a due ore dal carico di glucosio in un range tra 140-199 mg/dl configurano il prediabete.

Per una diagnosi più completa in genere si analizza anche un altro parametro, aggiunto nel 2011 dall’American Diabetes Association (ADA). Si tratta dell’emoglobina glicata A1c, che misura un particolare tipo di emoglobina nel sangue. I valori di emoglobina glicata rispecchiano le concentrazioni medie di glucosio nel sangue negli ultimi tre mesi. Nello specifico si parla di prediabete anche nel caso di riscontro di valori di emoglobina glicata compresi tra 5,7% e 6,4%.

I fattori di rischio e i sintomi

Nella maggior parte dei casi il prediabete non dà sintomi evidenti. Proprio per questo motivo è fondamentale la misurazione periodica della glicemia in modo tale da diagnosticare questa condizione prima possibile e mettere in atto tutti gli accorgimenti utili per prevenirne l’evoluzione verso il diabete conclamato. 

Di norma si raccomanda di iniziare a controllare con regolarità i valori di glucosio nel sangue tra i 30 e i 45 anni di età. Un occhio di riguardo, con test anticipati o più frequenti, è indicato nel caso di persone ad alto rischio che potrebbero sviluppare il diabete più precocemente.

Gli stessi fattori che aumentano le probabilità di contrarre il diabete di tipo 2, favoriscono anche lo sviluppo del prediabete. Tra i principali ricordiamo:

  • sovrappeso od obesità, in particolare un indice di massa corporea (BMI) superiore a 25 kg/m2. Si è visto che un eccesso di tessuto adiposo a livello dell’addome favorisce lo sviluppo della resistenza all’insulina
  • aumento del girovita
  • storia familiare di diabete mellito (genitori o fratelli)
  • diabete in gravidanza (diabete gestazionale) o prediabete in gravidanza
  • inattività fisica
  • appartenere a particolari gruppi etnici, in particolare afroamericani, latinoamericani, nativi americani o asiatici/isolani del Pacifico
  • sindrome dell’ovaio policistico
  • alterazioni dei grassi nel sangue con livelli di colesterolo HDL “buono” inferiori a 40 mg/dl negli uomini e a 50 mg/dl nelle donne o trigliceridi superiori a 250 mg/dl
  • pressione alta (ipertensione)
  • disturbi del sonno, in particolare la sindrome delle apnee ostruttive del sonno, che si associa spesso a sovrappeso e obesità
  • fumo di sigaretta.

Tornando ai sintomi, sebbene nella maggior parte dei casi il soggetto prediabetico non avverta alcun disturbo, una minoranza di individui può avere alcune manifestazioni che possono anche essere spia di un’evoluzione del prediabete verso il diabete conclamato. 

Le principali manifestazioni da guardare con sospetto sono le seguenti:

  • aumento dell’appetito;
  • perdita/aumento di peso inspiegabili;
  • alto indice di massa corporea;
  • debolezza;
  • stanchezza fisica e psicologica (la cosiddetta fatigue);
  • sudorazione;
  • visione offuscata;
  • guarigione lenta di eventuali ferite;
  • sintomi sulla pelle come infezioni cutanee ricorrenti (infezioni fungine della pelle e delle unghie sono molto frequenti)
  • sanguinamento delle gengive;
  • urinare spesso;
  • intorpidimento o formicolio ai piedi o alle mani.

Come gestire il prediabete e prevenire il diabete: l’importanza dell’alimentazione

Il prediabete si può sconfiggere. Anche se non si tratta di una vera e propria patologia, è ormai ampiamente dimostrato che se si iniziano a controllare i valori di iperglicemia sin dalla fase iniziale di prediabete, si può “guarire” o quantomeno ritardare l’insorgenza del diabete di tipo 2. 

Modificare il proprio stile di vita è il primo passo da seguire: tutte le linee guida raccomandano innanzitutto di contrastare l’obesità e l’inattività fisica, i due più importanti fattori di rischio modificabili per lo sviluppo del diabete.

Per quanto riguarda il ruolo dell’alimentazione, molti studi suggeriscono che una dieta a ridotto apporto di carboidrati possa aiutare a controllare la resistenza all’insulina, i livelli di glucosio nel sangue e favorire la perdita di peso. Altri studi evidenziano invece la validità della tradizionale dieta mediterranea, ma ci sono dati preliminari a favore anche della dieta chetogenica e del digiuno intermittente. Non esiste quindi un regime alimentare per eccellenza per far regredire il prediabete. L’ideale è consultare un nutrizionista o un dietista per stabilire un piano alimentare personalizzato che aiuti sia la perdita di peso sia a tenere sotto controllo i valori di glucosio nel sangue.

Premesso che non ci sono alimenti da mangiare e cibi da evitare in assoluto, generalmente i consigli su cosa mangiare e cosa non mangiare (o quanto meno limitare) sono:

  • preferire cibi a basso indice glicemico (alimenti che determinano un innalzamento moderato della glicemia), come legumi, cereali integrali, yogurt, latte, alcuni frutti, ecc.;
  • aumentare l’introito di fibre;
  • consumare frutta e soprattutto verdura in abbondanza;
  • limitare il consumo di alcol;
  • ridurre il consumo di sale;
  • evitare cibi processati e fast food;
  • ridurre il consumo di grassi animali;
  • eliminare gli zuccheri aggiunti che possono derivare, per esempio, dal consumo di bibite zuccherate o dolciumi;
  • limitare il consumo di sale (meno di 1,5 gr al giorno).

Seguire una dieta per il prediabete non impedisce di poter gustare ricette gustose, bisogna solo fare attenzione alle quantità e alla qualità dei cibi. In genere, accanto ai tre pasti principali, quali colazione, pranzo e cena, vanno previsti un paio di spuntini a metà mattina (per esempio una spremuta di arancia e dei cracker integrali) e uno a metà pomeriggio (per esempio uno yogurt con frutta).

Fonti:

Potrebbe interessarti

Come prevenire l’iperglicemia

Per funzionare correttamente, le cellule dell’organismo hanno bisogno di energia: la fonte principale è il…

Glicemia: test e valori

La glicemia è uno dei principali parametri clinici misurati per valutare se il metabolismo funziona…

Emoglobina glicata e prediabete

L'emoglobina è la proteina responsabile del colore rosso del sangue. È contenuta all'interno dei globuli…

Cosa fare in caso di iperglicemia

Per funzionare in modo corretto il nostro organismo ha bisogno delle giuste quantità di glucosio,…

Prediabete e sindrome metabolica

Il prediabete è una condizione molto comune nella popolazione generale, soprattutto negli individui in sovrappeso…

Prediabete: cos’è e quali sono le cause

Con il termine prediabete si indica comunemente una condizione in cui il livello degli zuccheri…

Come riconoscere il prediabete

Per definizione, il significato del termine “prediabete” corrisponde alla presenza di un’alterazione della concentrazione del…

Prediabete e peso corporeo

Si parla di prediabete quando la glicemia, cioè la concentrazione di glucosio nel sangue, è…

Prediabete: cos'è e come si manifesta

Si parla di prediabete quando i livelli di zucchero nel sangue sono più alti del…
Questo sito utilizza cookies tecnici necessari al suo funzionamento e analitici, anche di terze parti, anonimizzati per la realizzazione di analisi statistiche aggregate.
Per maggiori informazioni circa i cookie in funzione sul sito puoi consultare la nostra Cookie Policy.
OK

Informativa Privacy relativa al trattamento dati personali ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (UE) 2016/679 (di seguito “GDPR”)

Ai sensi dell’Art. 13 del GDPR, Italfarmaco S.p.A., in qualità di Titolare del Trattamento (di seguito anche “Titolare”) fornisce alcune informazioni relative al trattamento dei dati personali forniti tramite il form della pagina web CONTATTI del sito www.euglicemia.it

A. Categorie di dati personali e fonte dei dati

Verranno raccolti da Italfarmaco S.p.A. i seguenti dati personali: nome, cognome, e-mail ed altre informazioni rilevanti direttamente dal form disponibile sulla pagina web soprindicata.

B. Finalità del trattamento e base giuridica

I dati personali forniti verranno gestiti per finalità direttamente connesse e strumentali all’erogazione dei servizi/informazioni richieste.

La base giuridica che giustifica il trattamento dei dati personali è costituita dall’esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dell’Interessato e/o dall’esecuzione di un contratto di cui l’Interessato è parte (art. 6, parag. (1), lett. (b) Reg. Ue 2016/679).

C. Modalità di trattamento ed Ambito di comunicazione dei dati personali

Il trattamento dei dati personali sarà svolto da personale autorizzato mediante strumenti idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza e potrà essere effettuato con l’ausilio di strumenti manuali, informatici, e telematici atti a memorizzare, gestire e trasmettere i dati stessi.

I dati saranno resi accessibili solo a coloro che in ragione delle proprie mansioni siano stati espressamente incaricati ed istruiti al trattamento dei dati personali dal Titolare ai sensi dell’articolo 29 del GDPR.

I dati potranno essere trattati inoltre da società che svolgono per conto del titolare compiti di natura tecnica ed organizzativa a titolo esemplificativo e non esaustivo: società che si occupano della gestione e manutenzione tecnica del sito ovvero a soggetti terzi con cui il Titolare collabora per servizi di natura commerciale. Le summenzionate società sono state nominate dal Titolare quali responsabili esterni del trattamento dei dati personali ai sensi dell’articolo 28 del GDPR.

L’elenco aggiornato dei responsabili del trattamento è disponibile, su richiesta, inviando una comunicazione ai contatti infra indicati.

Inoltre, in aggiunta ai predetti soggetti, i dati potranno essere comunicati, laddove richiesto o disposto dalla normativa vigente, alle competenti autorità di vigilanza e controllo, ad autorità fiscali ed altre autorità, nell’ambito delle proprie sfere di competenza. 

Per quanto concerne l’eventuale trasferimento dei dati verso Paesi extra-UE, tra cui Paesi che potrebbero non garantire il medesimo livello di tutela previsto dal GDPR applicabile, il Titolare rende noto che il trattamento avverrà comunque secondo una delle modalità consentite dal GDPR, quali ad esempio il tuo consenso, l’adozione di Clausole Standard approvate dalla Commissione Europea, la selezione di soggetti aderenti a programmi internazionali per la libera circolazione dei dati o operanti in Paesi considerati sicuri dalla Commissione Europea.

I dati non saranno diffusi.

D. Natura del conferimento

Il conferimento dei dati personali ha natura facoltativa. Tuttavia, il mancato conferimento, anche parziale, dei dati determinerà l’impossibilità per Italfarmaco S.p.A. di procedere all’erogazione dei servizi per i quali i dati sono richiesti.

E. Periodo di conservazione dei dati

I dati personali trattati verranno conservati il periodo di tempo necessario al conseguimento delle finalità per le quali sono stati raccolti e cancellati entro un mese da quando è stata evasa la richiesta (“principio di limitazione della conservazione”, art. 5 GDPR), fermo restando l’accertamento di eventuali responsabilità in caso di reati informatici ai danni del sito o ad altri siti ad esso connessi o collegati ed i casi di ottemperanza ad un obbligo di legge o ad un ordine di un’Autorità a ciò legittimata.

Al termine del periodo di conservazione, i dati personali saranno cancellati, distrutti o resi anonimi, fatti salvi gli eventuali termini di conservazione previsti dalla legge.

F. I Tuoi diritti

Ai sensi degli articoli da 15 a 22 del GDPR, hai diritto di ottenere dal titolare la rettifica, l’integrazione o la cancellazione (c.d. diritto all’oblio) dei tuoi dati personali; il diritto di ottenere la limitazione del trattamento e il diritto alla portabilità dei dati, il diritto di opposizione al trattamento dei dati personali, compresa la profilazione ed infine, il diritto di proporre reclamo all’Autorità Garante. La lista completa dei diritti è reperibile al seguente link: https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/HTML/?uri=CELEX:32016R0679

È possibile esercitare i diritti di cui agli articoli da 15 a 22 del GDPR e richiedere in qualsiasi momento informazioni sul trattamento dei dati personali effettuati da Italfarmaco S.p.A., nonché opporsi al trattamento nei casi prescritti dalla legge, rivolgendosi a:

Italfarmaco S.p.A.

Via dei Lavoratori, 54

20092 Cinisello Balsamo (MI)

infoprivacy.italy@italfarmacogroup.com

In caso vegano trattati dati per cui sia necessario il tuo consenso, hai diritto a revocare il consenso prestato in qualunque momento. Tale revoca potrà essere esercitata tramite i dati di contatto sottoindicati.

G. Titolare del trattamento e Responsabile della protezione dei dati personali

Titolare del trattamento è:

Italfarmaco S.p.A.

Via dei Lavoratori, 54

20092 Cinisello Balsamo (MI)

Il responsabile designato della protezione dei dati personali (RDP) ai sensi dell’art. 37 del GDPR di Italfarmaco S.p.A. è contattabile per qualsiasi domanda o richiesta scrivendo all’indirizzo e-mail infoprivacy.italy@italfarmacogroup.com o all’indirizzo:

Responsabile della protezione dei dati personali c/o Italfarmaco S.p.A.

Via dei Lavoratori, 54

20092 Cinisello Balsamo (MI)

Informativa Privacy relativa al trattamento dati personali ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (UE) 2016/679 (di seguito “GDPR”)

Ai sensi dell’Art. 13 del GDPR, Italfarmaco S.p.A., in qualità di Titolare del Trattamento (di seguito anche “Titolare”) fornisce alcune informazioni relative al trattamento dei dati personali forniti tramite il form della pagina web NEWSLETTER del sito www.prodefen.it

A. Categorie di dati personali e fonte dei dati

Verranno raccolti da Italfarmaco S.p.A. i seguenti dati personali: nome, cognome, e-mail.

B. Finalità del trattamento e base giuridica

I dati personali forniti verranno gestiti per finalità direttamente connesse e strumentali all’erogazione dei servizi/informazioni richieste (iscrizione alla newsletter con modalità di contatto automatizzate via email).

La base giuridica che giustifica il trattamento dei dati personali è costituita dall’esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dell’Interessato e/o dall’esecuzione di un contratto di cui l’Interessato è parte (art. 6, parag. (1), lett. (b) Reg. Ue 2016/679).

C. Modalità di trattamento ed Ambito di comunicazione dei dati personali

Il trattamento dei dati personali sarà svolto da personale autorizzato mediante strumenti idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza e potrà essere effettuato con l’ausilio di strumenti manuali, informatici, e telematici atti a memorizzare, gestire e trasmettere i dati stessi.

I dati saranno resi accessibili solo a coloro che in ragione delle proprie mansioni siano stati espressamente incaricati ed istruiti al trattamento dei dati personali dal Titolare ai sensi dell’articolo 29 del GDPR.

I dati potranno essere trattati inoltre da società che svolgono per conto del titolare compiti di natura tecnica ed organizzativa a titolo esemplificativo e non esaustivo: società che si occupano della gestione e manutenzione tecnica del sito ovvero a soggetti terzi con cui il Titolare collabora per servizi di natura commerciale. Le summenzionate società sono state nominate dal Titolare quali responsabili esterni del trattamento dei dati personali ai sensi dell’articolo 28 del GDPR.

L’elenco aggiornato dei responsabili del trattamento è disponibile, su richiesta, inviando una comunicazione ai contatti infra indicati.

Inoltre, in aggiunta ai predetti soggetti, i dati potranno essere comunicati, laddove richiesto o disposto dalla normativa vigente, alle competenti autorità di vigilanza e controllo, ad autorità fiscali ed altre autorità, nell’ambito delle proprie sfere di competenza. 

Per quanto concerne l’eventuale trasferimento dei dati verso Paesi extra-UE, tra cui Paesi che potrebbero non garantire il medesimo livello di tutela previsto dal GDPR applicabile, il Titolare rende noto che il trattamento avverrà comunque secondo una delle modalità consentite dal GDPR, quali ad esempio il consenso, l’adozione di Clausole Standard approvate dalla Commissione Europea, la selezione di soggetti aderenti a programmi internazionali per la libera circolazione dei dati o operanti in Paesi considerati sicuri dalla Commissione Europea.

I dati non saranno diffusi.

D. Natura del conferimento

Il conferimento dei dati personali ha natura facoltativa. Tuttavia, il mancato conferimento, anche parziale, dei dati determinerà l’impossibilità per Italfarmaco S.p.A. di procedere all’erogazione dei servizi per i quali i dati sono richiesti.

E. Periodo di conservazione dei dati

I dati personali trattati verranno conservati per il tempo necessario a garantire il perseguimento della finalità soprindicata (iscrizione alla newsletter) e verranno comunque cancellati senza ingiustificato ritardo in caso di cancellazione al servizio di newsletter (“principio di limitazione della conservazione”, art. 5 GDPR), fermo restando l’accertamento di eventuali responsabilità in caso di reati informatici ai danni del sito o ad altri siti ad esso connessi o collegati ed i casi di ottemperanza ad un obbligo di legge o ad un ordine di un’Autorità a ciò legittimata.

Al termine del periodo di conservazione, i dati personali saranno cancellati, distrutti o resi anonimi, fatti salvi gli eventuali termini di conservazione previsti dalla legge.

F. I Tuoi diritti

Ai sensi degli articoli da 15 a 22 del GDPR, hai diritto di ottenere dal titolare la rettifica, l’integrazione o la cancellazione (c.d. diritto all’oblio) dei tuoi dati personali; il diritto di ottenere la limitazione del trattamento e il diritto alla portabilità dei dati, il diritto di opposizione al trattamento dei dati personali, compresa la profilazione ed infine, il diritto di proporre reclamo all’Autorità Garante. La lista completa dei diritti è reperibile al seguente link: https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/HTML/?uri=CELEX:32016R0679

È possibile esercitare i diritti di cui agli articoli da 15 a 22 del GDPR e richiedere in qualsiasi momento informazioni sul trattamento dei dati personali effettuati da Italfarmaco S.p.A., nonché opporsi al trattamento nei casi prescritti dalla legge, rivolgendosi a:

Italfarmaco S.p.A.

Via dei Lavoratori, 54

20092 Cinisello Balsamo (MI)

infoprivacy.italy@italfarmacogroup.com

In caso vegano trattati dati per cui sia necessario il tuo consenso, hai diritto a revocare il consenso prestato in qualunque momento. Tale revoca potrà essere esercitata tramite i dati di contatto sottoindicati.

G. Titolare del trattamento e Responsabile della protezione dei dati personali

Titolare del trattamento è:

Italfarmaco S.p.A.

Via dei Lavoratori, 54

20092 Cinisello Balsamo (MI)

Il responsabile designato della protezione dei dati personali (RDP) ai sensi dell’art. 37 del GDPR di Italfarmaco S.p.A. è contattabile per qualsiasi domanda o richiesta scrivendo all’indirizzo e-mail infoprivacy.italy@italfarmacogroup.com o all’indirizzo:

Responsabile della protezione dei dati personali c/o Italfarmaco S.p.A.

Via dei Lavoratori, 54

20092 Cinisello Balsamo (MI)