Prediabete e salute del cuore

Pubblicato il 9 Giugno 2023

Il cuore è al centro del sistema circolatorio, costituito da una rete di vasi sanguigni che trasporta il sangue da e verso tutte le aree del corpo umano e, con esso, l’ossigeno e le sostanze nutritive di cui gli organi hanno bisogno per funzionare correttamente. Nonostante i progressi della medicina, un cuore e un sistema cardiovascolare malfunzionanti, come si può facilmente intuire, possono quindi compromettere la salute del corpo, causando esiti anche gravi. 

Parliamo di una serie ampia e variegata di patologie, in cui rientrano, tra le altre, le aritmie e l’insufficienza cardiaca. 

Alla base di gran parte delle malattie del cuore e dei vasi sanguigni ci sono anche cause e fattori di rischio modificabili, cioè sui quali è possibile intervenire. Uno dei più noti è rappresentato dal diabete mellito (che include il diabete di tipo 1 e di tipo 2). Quello che molti non sanno, però, è che il rischio cardiovascolare aumenta già in presenza del cosiddetto prediabete, condizione caratterizzata da una iperglicemia moderata o intermedia, cioè caratterizzata da livelli di zuccheri nel sangue più alti del normale ma che non raggiungono i valori-soglia per il diabete conclamato. 

Non parliamo di una condizione rara: secondo le stime, entro il 2030 più di 470 milioni di persone nel mondo avranno il prediabete. Intervenire per tempo diventa quindi doppiamente importante per la salute del cuore, anche perché, fortunatamente, la progressione verso il diabete è evitabile e, anzi, i valori della glicemia possono tornare nella norma. Con i dovuti accorgimenti, il prediabete è infatti reversibile. 

Prediabete: cos’è

Come anticipato il prediabete, chiamato anche iperglicemia intermedia o iperglicemia non diabetica, è uno stato metabolico caratterizzato da un alterato metabolismo degli zuccheri, per cui si registrano valori di glucosio nel sangue (glicemia) superiori al normale, ma inferiori alle soglie per il diabete di tipo 2.

Normalmente, il glucosio che introduciamo con l’alimentazione entra nel flusso sanguigno, quindi penetra nelle cellule, dove viene usato per produrre energia. L’ingresso nelle cellule è consentito dall’azione di un ormone, l’insulina, prodotto dal pancreas in funzione dei livelli di glicemia: appena l’ormone fa il suo lavoro e i valori di glucosio nel sangue si abbassano, la produzione di insulina viene rallentata. Negli individui con prediabete (o diabete) questo processo non funziona correttamente, perché il pancreas non produce abbastanza insulina e/o perché le cellule diventano resistenti all’azione dell’ormone (insulino-resistenza) e quindi non lasciano entrare il glucosio, che finisce per accumularsi nel sangue. 

Il perché questo avvenga non è ben chiaro, anche se storia familiare e genetica sembrano giocare un ruolo non secondario. Sono però noti anche una serie di fattori che possono favorire lo sviluppo del prediabete prima e del diabete poi, tra cui: 

  • sovrappeso o obesità, in particolare con accumulo di tessuto adiposo sul girovita (che favorisce l’insulino-resistenza)
  • storia familiare di diabete mellito (genitore o fratello)
  • storia di diabete gestazionale (ovvero sviluppato durante la gravidanza)
  • sindrome dell’ovaio policistico
  • pressione alta
  • sedentarietà
  • età, in quanto il rischio aumenta dopo i 35 anni (a causa dell’aumento dell’obesità infantile, però, sono sempre di più anche i bambini e gli adolescenti a rischio)
  • fumo di tabacco
  • dieta ricca di carne rossa e lavorata e bevande zuccherate
  • dislipidemia (in particolare alti livelli di trigliceridi e bassi livelli di colesterolo HDL, quello “buono”).

Il prediabete generalmente non dà sintomi, anche se a volte la pelle può diventare scura in alcuni punti del corpo (come sotto le ascelle e dietro e ai lati del collo) e nelle stesse aree possono comparire piccole escrescenze cutanee. 

Per l’accertamento è sufficiente sottoporsi a semplici esami del sangue. Secondo le linee guida dell’American Diabetes Association, per poter parlare di prediabete deve essere riscontrata almeno una delle seguenti condizioni:

  • alterata glicemia a digiuno, misurata dopo almeno otto ore trascorse senza mangiare (per esempio dopo un’intera notte di digiuno, prima della colazione), con valori glicemici compresi tra 100 e 125 mg/dl);
  • alterata tolleranza al glucosio, con valori di glicemia compresi tra 140 a 199 mg/dl dopo due ore dall’assunzione di una soluzione di acqua e 75 g di glucosio (la cosiddetta curva glicemica)
  • valori di emoglobina glicata (parametro ematico che misura il livello medio di glucosio nel sangue negli ultimi 2 o 3 mesi) compresi tra 5,7 e 6,4%.

Quando preoccuparsi e sottoporsi a screening? Le linee guida già citate suggeriscono di sottoporre a screening tutte le persone a partire dai 35 anni di età, cominciando prima, però, in presenza di sovrappeso, obesità o altri fattori di rischio. Se i risultati sono normali, i test vanno ripetuti a intervalli minimi di 3 anni, più ravvicinati in presenza di sintomi o in caso di variazione del rischio (per esempio se un soggetto magro diventa sovrappeso).

Prediabete e rischi cardiovascolari

Avere il prediabete cosa significa per la salute del cuore e del sistema circolatorio? Innanzitutto, come lascia intuire il significato letterale del termine (“che viene prima del diabete”), avere il prediabete vuol dire essere a rischio di sviluppare il diabete di tipo 2, che, come è noto, nel lungo termine può determinare complicanze cardiovascolari.

Nel prediabete si verifica il primo di una serie di eventi a cascata sul piano metabolico: l’iperglicemia determina la produzione e il rilascio di insulina da parte delle cellule del pancreas. Nel tempo un’eccessiva esposizione all’insulina favorisce lo sviluppo di una resistenza nei suoi confronti, cioè diminuisce la risposta dei recettori ormonali presenti sulle cellule, che hanno la funzione di aprire i canali che portano gli zuccheri al loro interno. Lo zucchero si accumula quindi ulteriormente nel sangue, favorendo l’instaurarsi di un circolo vizioso che gradualmente può portare non solo allo sviluppo del diabete di tipo 2, ma anche della cosiddetta sindrome metabolica (detta anche sindrome da insulino-resistenza), condizione caratterizzata dalla combinazione di almeno tre fattori tra cui iperglicemia, trigliceridi alti, pressione arteriosa elevata, eccesso adiposo sul girovita e colesterolo Hdl basso. E, se non si interviene, possono verificarsi eventi avversi a carico dei vasi sanguigni, grandi e piccoli. L’iperglicemia, infatti, contribuisce a danneggiare l’endotelio, cioè il tessuto che riveste la superficie interna dei vasi sanguigni e del cuore.

Non solo: le persone con prediabete hanno spesso altri fattori di rischio cardiovascolare, tra cui ipertensione e dislipidemia, cosa che comporta frequentemente anche la coesistenza con la succitata sindrome metabolica che, a sua volta, aumenta ulteriormente le probabilità di sviluppare diabete e malattie cardiovascolari. Tutto ciò apre la strada, in particolare, all’aterosclerosi (l’irrigidimento e restringimento delle arterie con formazione di placche e depositi di grasso) e alle complicanze da essa derivanti.

Cosa fare in caso di prediabete

Alla luce di quanto descritto finora, non trascurare l’iperglicemia non diabetica è doppiamente importante, per cercare in primo luogo di prevenire la sua trasformazione in diabete di tipo 2 e per riportare i livelli di zuccheri nel sangue alla normalità (il prediabete è infatti reversibile), contribuendo così alla prevenzione delle malattie cardiovascolari.

In caso di prediabete, cosa fare dunque? La strategia per farlo regredire prevede principalmente la correzione dello stile di vita

In particolare si raccomanda di intervenire innanzitutto sulle abitudini alimentari: secondo gli studi, diversi modelli alimentari sono potenzialmente appropriati in chi ha il prediabete, come quello mediterraneo, quello vegetariano, la dieta a ridotto contenuto di carboidrati e gli approcci dietetici contro la pressione alta. Per sapere nel dettaglio cosa mangiare e cosa non mangiare è bene ricevere dal medico o dal nutrizionista un piano alimentare individualizzato (che tenga anche conto degli obiettivi metabolici e delle preferenze personali), a ridotto contenuto calorico e che prediliga cibi a basso contenuto di grassi e carboidrati, ricchi di fibre, come frutta, verdura (soprattutto non amidacea), noci, cereali integrali, legumi e olio d’oliva, riducendo al minimo zuccheri aggiunti, cibi raffinati e altamente trasformati, alcol (vino, superalcolici ecc), e sodio. 

Bando poi alla sedentarietà, che favorisce il sovrappeso: le linee guida suggeriscono di praticare attività aerobica di intensità da moderata a vigorosa, come la camminata veloce, per almeno 150 minuti a settimana o, in alternativa, almeno 75 minuti di attività aerobica vigorosa. Raccomandazioni e precauzioni specifiche sul tipo di ginnastica da preferire dipendono dall’età, dalla presenza di patologie e problematiche, dalle caratteristiche e dalle esigenze specifiche del singolo (per esempio esercizi di potenza come la pesistica e il body building sono solitamente sconsigliati in caso di rischio ipertensivo o di pressione alta già riscontrata perché possono aumentarla ulteriormente).

Chi fuma dovrebbe smettere (il fumo favorisce l’insulino-resistenza, l’ipertensione, l’aterosclerosi) e chi è in sovrappeso dovrebbe perdere dal 5% al ​​7% del proprio peso corporeo.

In considerazione dell’aumentato rischio per il cuore e i vasi sanguigni, è generalmente opportuno anche monitorare e trattare i fattori di rischio cardiovascolare modificabili, come pressione arteriosa e livelli di colesterolo. A tal scopo il medico potrebbe anche raccomandare specifici esami per valutare la salute del cuore e dei vasi sanguigni, come, ad esempio, un elettrocardiogramma a riposo e/o sotto sforzo (per valutare l’attività elettrica cardiaca, la frequenza e il ritmo delle pulsazioni) o un ecocardiogramma (per avere immagini dettagliate, spesso anche in 3D, delle dimensioni del cuore e del movimento cardiaci, che possono svelare, per esempio un cuore ingrossato o altri segnali di sofferenza). 

Se necessario, infine, il medico può prescrivere anche una terapia mirata, per esempio un trattamento con farmaci per abbassare la pressione arteriosa, il colesterolo cattivo e/o la glicemia. Anche per l’eventuale ricorso a integratori alimentari è bene affidarsi al consiglio medico.

Fonti

  1. National Heart, Lung and blood Institute – Heart –  https://www.nhlbi.nih.gov/health/heart 
  2. Istituto Superiore di Sanità – EpiCentro – Malattie Cardiovascolari  https://www.epicentro.iss.it/cardiovascolare/ 
  3. Mayo Clinic – Heart disease https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/heart-disease/symptoms-causes/syc-20353118 
  4.  Ministero Salute –  Prevenzione delle malattie cardiovascolari lungo il corso della vita https://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_3128_allegato.pdf 
  5. Mayo Clinic – Prediabetes – Symptoms & causes https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/prediabetes/symptoms-causes/syc-20355278 
  6. Cai X et al. Association between prediabetes and risk of all cause mortality and cardiovascular disease: updated meta analysis BMJ 2020; 370 :m2297 doi:10.1136/bmj.m2297
  7. ElSayed NA et al. Classification and Diagnosis of Diabetes: Standards of Care in Diabetes—2023. Diabetes Care 1 January 2023; 46 (Supplement_1): S19–S40. https://doi.org/10.2337/dc23-S002
  8. Alvarez S, Coffey R, Algotar AM. Prediabetes. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 Jan-. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK459332/
  9. Mayo Clinic – Prediabetes – Diagnosis & Treatment https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/prediabetes/diagnosis-treatment/drc-20355284 
  10. National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases – Insuline resistance & prediabetes (https://www.niddk.nih.gov/health-information/diabetes/overview/what-is-diabetes/prediabetes-insulin-resistance
  11. ElSayed NA et al. Prevention or Delay of Type 2 Diabetes and Associated Comorbidities: Standards of Care in Diabetes—2023. Diabetes Care 1 January 2023; 46 (Supplement_1): S41–S48. https://doi.org/10.2337/dc23-S003
  12.  Zand A, Ibrahim K, Patham B. Prediabetes: Why Should We Care? Methodist Debakey Cardiovasc J. 2018 Oct-Dec;14(4):289-297. doi: 10.14797/mdcj-14-4-289. 
  13. Centers for Disease Control and Prevention – Diabetes and heart https://www.cdc.gov/diabetes/library/features/diabetes-and-heart.html
  14. Evert AB et al. Nutrition Therapy for Adults With Diabetes or Prediabetes: A Consensus Report. Diabetes Care. 2019 May;42(5):731-754. doi: 10.2337/dci19-0014. 
  15. ElSayed NA et al. Facilitare i comportamenti positivi per la salute e il benessere per migliorare i risultati di salute: standard di cura nel diabete—2023 . Cura del diabete 2023; 46 (Supplemento_1): S68–S96. https://doi.org/10.2337/dc23-S005
  16. Società Italiana per l’Ipertensione Arteriosa – Movimento e sport https://siia.it/per-il-pubblico/prevenzione-dellipertensione/movimento-e-sport/?doing_wp_cron=1674406616.3990530967712402343750

Potrebbe interessarti

Prediabete e menopausa

Adottare uno stile di vita sano è essenziale per prevenire sia il prediabete, sia gli…

Prediabete e ipertensione

La parola prediabete indica una condizione in cui il livello di zuccheri nel sangue è…
Questo sito utilizza cookies tecnici necessari al suo funzionamento e analitici, anche di terze parti, anonimizzati per la realizzazione di analisi statistiche aggregate.
Per maggiori informazioni circa i cookie in funzione sul sito puoi consultare la nostra Cookie Policy.
OK

Informativa Privacy relativa al trattamento dati personali ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (UE) 2016/679 (di seguito “GDPR”)

Ai sensi dell’Art. 13 del GDPR, Italfarmaco S.p.A., in qualità di Titolare del Trattamento (di seguito anche “Titolare”) fornisce alcune informazioni relative al trattamento dei dati personali forniti tramite il form della pagina web CONTATTI del sito www.euglicemia.it

A. Categorie di dati personali e fonte dei dati

Verranno raccolti da Italfarmaco S.p.A. i seguenti dati personali: nome, cognome, e-mail ed altre informazioni rilevanti direttamente dal form disponibile sulla pagina web soprindicata.

B. Finalità del trattamento e base giuridica

I dati personali forniti verranno gestiti per finalità direttamente connesse e strumentali all’erogazione dei servizi/informazioni richieste.

La base giuridica che giustifica il trattamento dei dati personali è costituita dall’esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dell’Interessato e/o dall’esecuzione di un contratto di cui l’Interessato è parte (art. 6, parag. (1), lett. (b) Reg. Ue 2016/679).

C. Modalità di trattamento ed Ambito di comunicazione dei dati personali

Il trattamento dei dati personali sarà svolto da personale autorizzato mediante strumenti idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza e potrà essere effettuato con l’ausilio di strumenti manuali, informatici, e telematici atti a memorizzare, gestire e trasmettere i dati stessi.

I dati saranno resi accessibili solo a coloro che in ragione delle proprie mansioni siano stati espressamente incaricati ed istruiti al trattamento dei dati personali dal Titolare ai sensi dell’articolo 29 del GDPR.

I dati potranno essere trattati inoltre da società che svolgono per conto del titolare compiti di natura tecnica ed organizzativa a titolo esemplificativo e non esaustivo: società che si occupano della gestione e manutenzione tecnica del sito ovvero a soggetti terzi con cui il Titolare collabora per servizi di natura commerciale. Le summenzionate società sono state nominate dal Titolare quali responsabili esterni del trattamento dei dati personali ai sensi dell’articolo 28 del GDPR.

L’elenco aggiornato dei responsabili del trattamento è disponibile, su richiesta, inviando una comunicazione ai contatti infra indicati.

Inoltre, in aggiunta ai predetti soggetti, i dati potranno essere comunicati, laddove richiesto o disposto dalla normativa vigente, alle competenti autorità di vigilanza e controllo, ad autorità fiscali ed altre autorità, nell’ambito delle proprie sfere di competenza. 

Per quanto concerne l’eventuale trasferimento dei dati verso Paesi extra-UE, tra cui Paesi che potrebbero non garantire il medesimo livello di tutela previsto dal GDPR applicabile, il Titolare rende noto che il trattamento avverrà comunque secondo una delle modalità consentite dal GDPR, quali ad esempio il tuo consenso, l’adozione di Clausole Standard approvate dalla Commissione Europea, la selezione di soggetti aderenti a programmi internazionali per la libera circolazione dei dati o operanti in Paesi considerati sicuri dalla Commissione Europea.

I dati non saranno diffusi.

D. Natura del conferimento

Il conferimento dei dati personali ha natura facoltativa. Tuttavia, il mancato conferimento, anche parziale, dei dati determinerà l’impossibilità per Italfarmaco S.p.A. di procedere all’erogazione dei servizi per i quali i dati sono richiesti.

E. Periodo di conservazione dei dati

I dati personali trattati verranno conservati il periodo di tempo necessario al conseguimento delle finalità per le quali sono stati raccolti e cancellati entro un mese da quando è stata evasa la richiesta (“principio di limitazione della conservazione”, art. 5 GDPR), fermo restando l’accertamento di eventuali responsabilità in caso di reati informatici ai danni del sito o ad altri siti ad esso connessi o collegati ed i casi di ottemperanza ad un obbligo di legge o ad un ordine di un’Autorità a ciò legittimata.

Al termine del periodo di conservazione, i dati personali saranno cancellati, distrutti o resi anonimi, fatti salvi gli eventuali termini di conservazione previsti dalla legge.

F. I Tuoi diritti

Ai sensi degli articoli da 15 a 22 del GDPR, hai diritto di ottenere dal titolare la rettifica, l’integrazione o la cancellazione (c.d. diritto all’oblio) dei tuoi dati personali; il diritto di ottenere la limitazione del trattamento e il diritto alla portabilità dei dati, il diritto di opposizione al trattamento dei dati personali, compresa la profilazione ed infine, il diritto di proporre reclamo all’Autorità Garante. La lista completa dei diritti è reperibile al seguente link: https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/HTML/?uri=CELEX:32016R0679

È possibile esercitare i diritti di cui agli articoli da 15 a 22 del GDPR e richiedere in qualsiasi momento informazioni sul trattamento dei dati personali effettuati da Italfarmaco S.p.A., nonché opporsi al trattamento nei casi prescritti dalla legge, rivolgendosi a:

Italfarmaco S.p.A.

Via dei Lavoratori, 54

20092 Cinisello Balsamo (MI)

infoprivacy.italy@italfarmacogroup.com

In caso vegano trattati dati per cui sia necessario il tuo consenso, hai diritto a revocare il consenso prestato in qualunque momento. Tale revoca potrà essere esercitata tramite i dati di contatto sottoindicati.

G. Titolare del trattamento e Responsabile della protezione dei dati personali

Titolare del trattamento è:

Italfarmaco S.p.A.

Via dei Lavoratori, 54

20092 Cinisello Balsamo (MI)

Il responsabile designato della protezione dei dati personali (RDP) ai sensi dell’art. 37 del GDPR di Italfarmaco S.p.A. è contattabile per qualsiasi domanda o richiesta scrivendo all’indirizzo e-mail infoprivacy.italy@italfarmacogroup.com o all’indirizzo:

Responsabile della protezione dei dati personali c/o Italfarmaco S.p.A.

Via dei Lavoratori, 54

20092 Cinisello Balsamo (MI)

Informativa Privacy relativa al trattamento dati personali ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (UE) 2016/679 (di seguito “GDPR”)

Ai sensi dell’Art. 13 del GDPR, Italfarmaco S.p.A., in qualità di Titolare del Trattamento (di seguito anche “Titolare”) fornisce alcune informazioni relative al trattamento dei dati personali forniti tramite il form della pagina web NEWSLETTER del sito www.prodefen.it

A. Categorie di dati personali e fonte dei dati

Verranno raccolti da Italfarmaco S.p.A. i seguenti dati personali: nome, cognome, e-mail.

B. Finalità del trattamento e base giuridica

I dati personali forniti verranno gestiti per finalità direttamente connesse e strumentali all’erogazione dei servizi/informazioni richieste (iscrizione alla newsletter con modalità di contatto automatizzate via email).

La base giuridica che giustifica il trattamento dei dati personali è costituita dall’esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dell’Interessato e/o dall’esecuzione di un contratto di cui l’Interessato è parte (art. 6, parag. (1), lett. (b) Reg. Ue 2016/679).

C. Modalità di trattamento ed Ambito di comunicazione dei dati personali

Il trattamento dei dati personali sarà svolto da personale autorizzato mediante strumenti idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza e potrà essere effettuato con l’ausilio di strumenti manuali, informatici, e telematici atti a memorizzare, gestire e trasmettere i dati stessi.

I dati saranno resi accessibili solo a coloro che in ragione delle proprie mansioni siano stati espressamente incaricati ed istruiti al trattamento dei dati personali dal Titolare ai sensi dell’articolo 29 del GDPR.

I dati potranno essere trattati inoltre da società che svolgono per conto del titolare compiti di natura tecnica ed organizzativa a titolo esemplificativo e non esaustivo: società che si occupano della gestione e manutenzione tecnica del sito ovvero a soggetti terzi con cui il Titolare collabora per servizi di natura commerciale. Le summenzionate società sono state nominate dal Titolare quali responsabili esterni del trattamento dei dati personali ai sensi dell’articolo 28 del GDPR.

L’elenco aggiornato dei responsabili del trattamento è disponibile, su richiesta, inviando una comunicazione ai contatti infra indicati.

Inoltre, in aggiunta ai predetti soggetti, i dati potranno essere comunicati, laddove richiesto o disposto dalla normativa vigente, alle competenti autorità di vigilanza e controllo, ad autorità fiscali ed altre autorità, nell’ambito delle proprie sfere di competenza. 

Per quanto concerne l’eventuale trasferimento dei dati verso Paesi extra-UE, tra cui Paesi che potrebbero non garantire il medesimo livello di tutela previsto dal GDPR applicabile, il Titolare rende noto che il trattamento avverrà comunque secondo una delle modalità consentite dal GDPR, quali ad esempio il consenso, l’adozione di Clausole Standard approvate dalla Commissione Europea, la selezione di soggetti aderenti a programmi internazionali per la libera circolazione dei dati o operanti in Paesi considerati sicuri dalla Commissione Europea.

I dati non saranno diffusi.

D. Natura del conferimento

Il conferimento dei dati personali ha natura facoltativa. Tuttavia, il mancato conferimento, anche parziale, dei dati determinerà l’impossibilità per Italfarmaco S.p.A. di procedere all’erogazione dei servizi per i quali i dati sono richiesti.

E. Periodo di conservazione dei dati

I dati personali trattati verranno conservati per il tempo necessario a garantire il perseguimento della finalità soprindicata (iscrizione alla newsletter) e verranno comunque cancellati senza ingiustificato ritardo in caso di cancellazione al servizio di newsletter (“principio di limitazione della conservazione”, art. 5 GDPR), fermo restando l’accertamento di eventuali responsabilità in caso di reati informatici ai danni del sito o ad altri siti ad esso connessi o collegati ed i casi di ottemperanza ad un obbligo di legge o ad un ordine di un’Autorità a ciò legittimata.

Al termine del periodo di conservazione, i dati personali saranno cancellati, distrutti o resi anonimi, fatti salvi gli eventuali termini di conservazione previsti dalla legge.

F. I Tuoi diritti

Ai sensi degli articoli da 15 a 22 del GDPR, hai diritto di ottenere dal titolare la rettifica, l’integrazione o la cancellazione (c.d. diritto all’oblio) dei tuoi dati personali; il diritto di ottenere la limitazione del trattamento e il diritto alla portabilità dei dati, il diritto di opposizione al trattamento dei dati personali, compresa la profilazione ed infine, il diritto di proporre reclamo all’Autorità Garante. La lista completa dei diritti è reperibile al seguente link: https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/HTML/?uri=CELEX:32016R0679

È possibile esercitare i diritti di cui agli articoli da 15 a 22 del GDPR e richiedere in qualsiasi momento informazioni sul trattamento dei dati personali effettuati da Italfarmaco S.p.A., nonché opporsi al trattamento nei casi prescritti dalla legge, rivolgendosi a:

Italfarmaco S.p.A.

Via dei Lavoratori, 54

20092 Cinisello Balsamo (MI)

infoprivacy.italy@italfarmacogroup.com

In caso vegano trattati dati per cui sia necessario il tuo consenso, hai diritto a revocare il consenso prestato in qualunque momento. Tale revoca potrà essere esercitata tramite i dati di contatto sottoindicati.

G. Titolare del trattamento e Responsabile della protezione dei dati personali

Titolare del trattamento è:

Italfarmaco S.p.A.

Via dei Lavoratori, 54

20092 Cinisello Balsamo (MI)

Il responsabile designato della protezione dei dati personali (RDP) ai sensi dell’art. 37 del GDPR di Italfarmaco S.p.A. è contattabile per qualsiasi domanda o richiesta scrivendo all’indirizzo e-mail infoprivacy.italy@italfarmacogroup.com o all’indirizzo:

Responsabile della protezione dei dati personali c/o Italfarmaco S.p.A.

Via dei Lavoratori, 54

20092 Cinisello Balsamo (MI)